LENNOX F 59 -TR

Terapie Funzionali di Risonanza Elettromagnetica

immagine dell'apparecchio Lennox

IL LENNOX F59-TR

è un processore di segnali biologici in grado di eseguire terapie funzionali di Risonanza Elettromagnetica di tipo non invasivo.
Le correnti di diffusione presentinell'organismo e l'attività elettrica dei diversi organi sono responsabili della generazione di onde elettromagnetiche. Alterazioni nell'attività elettrica dell'organismo
(stati disfunzionali) si riflettono nell'alterazione dello spettro elettromagnetico che esso produce

COSA SONO LE ONDE ELETTROMAGNETICHE?

Un onda elettromagnetica è la propagazione, nello spazio e nel tempo, di una perturbazione del campo (forza) elettrico e/o magnetico.

DA COSA SONO GENERATE LE ONDE ELETTROMAGNETICHE?

Le onde elettromagnetiche sono generate da cariche elettriche in movimento. Ogni atomo, per effetto del moto degli elettroni attorno al nucleo, produce quindi onde elettromagnetiche; ne segue che ogni sostanza, essendo costituita da atomi, produce onde elettromagnetiche con ampiezze e frequenze diverse.

COSA, NEL CORPO UMANO, PRODUCE ONDE ELETTROMAGNETICHE?

L'emissione di onde elettromagnetiche da parte del corpo umano è dovuta non soltanto alle sostanze che lo costituiscono ma anche all'attività elettrica degli organi e soprattutto dalle, correnti di diffusione presenti nel tessuto connettivo lasso e generate da una disomogenea concentrazione di ioni positivi e negativi.

COS'È LO SPETTRO ELETTROMAGNETICO?

E' il grafico che rappresenta l'ampiezza delle onde in funzione della loro frequenza.
L'analizzatore di spettro è lo strumento che nel LennoxF59 viene usato per calcolare (mediante un algoritmo noto come FFT) e rappresentare lo spettro elettromagnetico generato dal paziente. Lo strumento usato per rilevare (mediante campionamento) e rappresentare le onde elettromagnetiche è invece l'oscilloscopio.

immagine dell'apparecchio Lennox F59

COM'È LO SPETTRO ELETTROMAGNETICO CARATTERISTICO DEL CORPO UMANO?

Lo spettro del corpo umano copre tutte le frequenze; tuttavia, la banda più interessante è quella compresa tra O e 30 KHz, che fornisce indicazioni sull'attività di tutti gli organi ed apparati.

COSA SONO LE FIALE TEST?

La fiala test di una sostanza è una fiala in vetro che, se conservata lontano da fonti di calore e di onde elettromagnetiche (luce, campi elettrici,..), riproduce in modo fedele ma limitato nel tempo (alcuni anni) lo spettro di quella sostanza. Le fiale test elettromagnetiche analogiche sono rappresentazioni fedeli dello spettro elettromagnetico di fiale test e/o prodotti reali. Le fiale test elettromagnetiche, rispetto a quelle reali, offrono diversi vantaggi: hanno una durata praticamente illimitata (le fiale reali dura no solo pochi anni) non esistendo fisicamente ma solo elettromagneticamente, non richiedono particolari attenzioni per la loro conservazione ed il loro uso (sono memorizzate nel LennoxF59 e quindi non danno nessun problema di ingombro.

COSA È POSSIBILE FARE IN PRESENZA DI ALTERAZIONI NELLO SPETTRO ELETTROMAGNETICO DEL CORPO UMANO?

Come è stato detto in precedenza, lo spettro elettromagnetico di un soggetto sano è caratterizzato da picchi di ampiezza variabile a frequenze variabili. La presenza di picchi costanti, in ampiezza e frequenza, è dovuta a disturbi la cui causa può essere di origine interna e/o esterna. Analizzando lo spettro in "n" tempi successivi, è possibile intercettare elettronicamente tali picchi e ricavarne ampiezza, frequenza e fase. Invertendo (sfasando di 180 gradi) le componenti a frequenza costante del segnale acquisito e rinviando all'organismo il segnale così ottenuto, si verifica l'annullamento o la graduale riduzione dei picchi patologici e/o di disturbo. La terapia consiste dunque nell'inviare al paziente segnali che egli stesso ha generato. La variazione di impedenza (associazione/dissociazione elettrolitica) con cui l'organismo si adegua al segnale che riceve avviene in un tempo che varia con la sua capacità di recupero.
Un'altra possibilità terapeutica offerta dall' elettroma gnetismo è legata all'uso delle fiale test che rappresenta no virus, malattie d'organo, batteri, allergeni, rimedi, ecc. Si procede in questo modo: si testa la fiala, ovvero se ne immette lo spettro nell'organismo, e si vanno a valutare le variazioni della conducibilità elettrica e/o dello spettro elettromagnetico che questo produce. Per esempio, se la conducibilità cambia significa che la fiala testata rappresenta la malattia del paziente l'allergene cui è sensibile. Per quanto concerne lo spettro, esso si discosta ancor di più dalla normalità se si testa la malattia da cui il paziente è affetto e si riporta più vicino alla normalità se si testa una diluizione della malattia (omeotossicologia) o il rimedio per combatterla.

immagine dell'apparecchio Lennox F59

L'efficacia delle terapie eseguite con il Lennox F 59 -TR si manifesta con:

  • il recupero della capacità funzionale;
  • il recupero o il bilanciamento dell'energia fisiologica;
  • la riattivazione e/o la normalizzazione delle difese immunitarie;
  • la riattivazione dei processi di regolazione elettrolitica;
  • il drenaggio elettrolitico, necessario in presenza di sovraccarico tossico;
  • la riduzione di processi da evento acuto o cronico;
  • l'abbassamento del grado di allergia od intolleranza (desensibilizzazione);
  • la riduzione di stati dolorosi di origine incerta;
  • l'abbassamento della tensione muscolare;
  • il recupero del sistema neurovegetativo;
  • l'abbassamento del livello di stress psicofisico.

IL DISPOSITIVO LENNOX F 59-TR

Acquisisce i segnali bioelettrici dell'organismo, visualizzandone e analizzandone lo spettro elettromagnetico, e discrimina i segnali bioelettrici biologica mente errati, attuando una tecnica in real time di annullamento o attenuazione di questi (processo di bilanciamento dello spettro elettromagnetico), ripristinando il normale stato funzionale del soggetto trattato.

immagine dell'apparecchio Lennox F59

Il dispositivo consente di effettuare diversi tipi di terapie di risonanza elettromagnetica; esse possono essere scelte e combinate tra loro a seconda dello stato fisiopatologico del paziente, del risultato che si desidera ottenere e del tipo di reazione che il soggetto manifesta nei confronti della terapia stessa. Il LennoxF5 9-TR effettua terapie di tipo aspecifico, terapie di risonanza d'organo e malattie, trattamenti per la desensibilizzazione da alimenti ed allergeni. Le terapie, indicate per pazienti di qualsiasi età affetti da malattie funzionali, croniche, acute, manifeste e latenti, sono prive di effetti collaterali.

BIOTEST
Elettrosegmentografia

Analisi Bioelettrica del tessuto connettivo lasso

Cos'è il BioTest?

Il BioTest 2 è un sistema non invasivo che effettua indagini aspecifiche sullo stato funzionale bioelettrico dell'intero organismo attraverso l'analisi morfologica dei segnali e la rappresentazione tomografica computerizzata bidimensionale delle aree di interesse.
Il BioTest misura vari segnali elettrici (tensioni, correnti, capacità, resistività,...) presenti nel tessuto connettivo lasso, in presenza ed assenza di stimoli e, con una originale tecnica di lettura a coordinate, ottiene informazioni sullo stato funzionale di ogni parte dell'organismo.
Attraverso alcuni elettrodi posti sulla superficie cutanea, che rappresenta la più semplice interfaccia tra sistema biologico e strumento elettronico, il Bio Test rileva le grandezze elettriche generate dall'organismo e, mettendole in relazione con lo stato di salute o malattia del paziente, esegue indagini oggettive.

immagine di biotest immagine di biotest immagine di biotest

Quali i vantaggi che derivano dall'uso del BioTest?

Si possono trarre molti vantaggi nell' utilizzo del BioTest, queste le ragioni: costituisce un supporto aspecifico e non sostitutivo nell'indagine Kinesiologica computerizzata; permette una rapida identificazione delle zone dell'organismo soggette ad alterazione indicando così quali aree neuromuscolari, viscerali e somatoviscerali abbiano bisogno di un adeguato intervento Osteopatico; e' uno strumento di indagine non invasivo, utilizzabile in modo illimitato senza generare nell' organismo alterazioni; lo strumento è perciò utile nella prevenzione, come test di salute generale.

immagine di biotest immagine di biotest immagine di biotest

Cosa rileva il BioTest?

L'analisi del BioTest viene applicata con successo:

Perché le misure del BioTest si riferiscono proprio al tessuto connettivo lasso?

Il BioTest rileva esclusivamente il tessuto connettivo lasso utilizzando una tensione di stimolo massima di 1 volt ed una frequenza di 10 Hz ; questa ultima non può in alcun modo superare la barriera della membrana cellulare per due ragioni fondamentali. La prima è che, applicando una tensione tra due punti del corpo, viene generato un flusso di corrente che percorre la strada che gli offre meno resistenza. Il tessuto connettivo, essendo molto ricco d'acqua, è caratterizzato da un'elevata conducibilità e rappresenta pertanto la via preferenziale per il passaggio di corrente elettrica. La seconda ragione è che il sistema di acquisizione filtra elettronicamente le frequenze. Le informazioni ottenute non possono quindi che riferirsi al tessuto connettivo lasso.

Qual è il campo di lavoro del BioTest?

La malattia si sviluppa, nella sua fase iniziale, nell' ambiente extracellulare (sistema di base di Pischinger); da un determinato momento in poi essa coinvolge anche il sistema intracellulare. Il periodo di tempo che intercorre tra una fase e l'altra può variare da alcune settimane fino ad un anno circa. Mentre le tradizionali tecniche di diagnosi sono in grado di individuare la presenza di forme patologiche solo dopo che queste abbiano interessato anche l'ambiente intracellulare, il BioTest, ottenendo informazioni che riguardano prevalentemente la sostanza extracellulare, è in grado di riconoscere gli stati patologici nella loro fase iniziale di sviluppo.

immagine di biotest

Perché il tessuto connettivo lasso?

Il tessuto connettivo attraversa praticamente l'intero organismo ed è l'unico sistema in contatto diretto con tutte le cellule d'organo. Il tessuto connettivo lasso, ricco di acqua, è caratterizzato da un elevata conducibilità ed è inoltre soggetto a continui fenomeni di associazione e dissociazione elettrolitica, che determinano in esso la presenza di particelle dotate di carica (ioni positivi e negativi).
Esso rappresenta il primo strumento di difesa dell' organismo e muta la propria configurazione in presenza di processi che possono essere innescati da stimoli sia interni che esterni.

[mappa del sito] [credits] [google] [admin]
KIHORUS
Via S.Agnese 2/b - 36016 Thiene - Vicenza
cell: 3474294707 - 3289778677 - 3471718198